Recupero crediti società cancellata

Recupero crediti società cancellata

È possibile il recupero i crediti di una società cancellata?

Quando una società viene cancellata dal registro delle imprese, di fatto non esiste più.

Saranno i soci ad ereditare crediti e debiti ancora pendenti al momento della chiusura dell’azienda.

I soci diventano, così, responsabili dei debiti ancora esistenti e titolari di eventuali crediti non ancora riscossi.

Come recuperare i crediti?

Se qualcuno vanta un credito nei confronti di una società cancellata, può rivalersi sui soci intimando il pagamento con decreto ingiuntivo.

Se è la società cancellata ad essere creditrice nei confronti di qualcuno, allora potrà chiedere la riscossione di quanto dovuto e saranno i soci a subentrare nel diritto alla riscossione.

Su quali beni dei soci è possibile soddisfare il credito?

I soci ereditano e risponderanno dei debiti di una società cancellata, ma su quali beni il creditore si può rivalere dipende dal tipo di società.

  1. Nelle società di capitali (Sapa, Srl, Spa): i soci non rischiano i propri beni personali. Ciò che i soci perderanno in caso di fallimento o cancellazione della società è soltanto il capitale versato all’interno della società al momento della sua costituzione e i versamenti successivi. Saranno responsabili soltanto per quanto riguarda le loro quote. Per cui, i creditori potranno rivalersi sui beni societari: immobili, conti correnti, ecc.
  2. Nelle società di persone (Snc, Sas, Società semplice): i soci mettono a repentaglio anche il proprio patrimonio personale. In questo caso, quindi, i creditori potranno chiedere il pignoramento dei beni dei soci nel caso in cui quelli della società non fossero sufficienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto
WhatsApp chat