Come funziona il recupero crediti giudiziale?

Come funziona il recupero crediti giudiziale?

A che serve il recupero crediti giudiziale?

Il recupero crediti giudiziale è diretto ad ottenere una condanna al pagamento del debito per il quale si rende necessario rivolgersi al Tribunale.

Questo avviene quando, nonostante sia stata espletata la fase stragiudiziale di recupero crediti diretta a recuperare le somme in modo amichevole, il debitore è insolvente, cioè si ostina a non adempiere al proprio debito.

Dunque, se i solleciti di pagamento non vanno a buon fine, l’unica strada è quella giudiziale.

Come si svolge il recupero crediti giudiziale?

Per prima cosa occorre controllare la situazione patrimoniale del debitore, per verificare se ci sono beni da aggredire mediante esecuzione forzata, ovvero con il pignoramento.

Dopodiché, il procedimento si attiva ricorrendo al Tribunale competente chiedendo l’emissione di un decreto ingiuntivo; cioè un provvedimento adottato da parte del Giudice su richiesta dell’interessato.

Qual’è la funzione del decreto ingiuntivo?

Lo scopo è quello di intimare il pagamento del debito attraverso un atto formale del Tribunale. (Diversamente accadeva nella fase stragiudiziale dove l’intimazione avveniva mediante solleciti scritti, telefonici e con la messa in mora del debitore.)

La richiesta non è accettata automaticamente dal giudice ma devono essere fornite le prove del credito che si intende recuperare. Inoltre, il credito deve essere liquido, cioè quantificabile in modo veloce e preciso, ed esigibile, cioè il termine per il pagamento deve essere scaduto.

Il giudice decide inaudita altera parte, cioè senza la necessità di interpellare la controparte ovvero il debitore.

Se il giudice accetta la richiesta del creditore, emette il decreto ingiuntivo.

Questo, per produrre i suoi effetti, andrà notificato al debitore entro 40 giorni dalla sua adozione, pena la decadenza del provvedimento.

Successivamente il debitore, se non effettua il pagamento entro 40 giorni dalla notifica, può subire il pignoramento dei beni.

Come vi assisterà SOS RECUPERO CREDITI?

SOS RECUPERO CREDITI vi ha già seguiti nella fase stragiudiziale e lo farà anche in quella giudiziale poiché, dovendo adire ad un Tribunale, si rende necessario l’intervento di un avvocato abilitato.

Con noi verrete affiancati da specialisti nel recupero dei crediti e, poiché riteniamo che i compensi per le attività svolte debbano essere a carico del debitore, chiediamo solo un piccolo fondo spese pari a 150 euro comprensivo di tutte le imposte di legge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto
WhatsApp chat